ricette per la tua tranquillita

Il BLOG di Tiziano Bassani

tiziano bassani medico finanziario

Quante volte sei andato in banca o ti sei trovato davanti al tuo consulente di fiducia e dopo aver firmato dei documenti, sei ritornato a casa disorientato, quasi vergognandoti di te stesso per non aver compreso ciò che hai sottoscritto?

Non temere, solo il 37% degli Italiani hanno un’adeguata educazione finanziaria e gli operatori lo sanno, sbandierandoti previsioni di mercato, grafici, formulazioni matematico statistiche che nemmeno loro comprendono.

Prendere corrette decisioni di investimento ha più a che fare con te stesso che con i mercati finanziari: bisogno di sicurezza, di protezione, desiderio di guadagno, aspirazione a raggiungere gli obiettivi di vita riguardano solo te, tu come persona, padre e madre di famiglia e non gli indici di borsa!

La vera consulenza finanziaria deve seguire la procedura di un medico che arriva ad una diagnosi raccogliendo TUTTE le informazioni dal paziente, per prescrivere la terapia adeguata che deve essere aggiornata sulla base delle mutate esigenze e preferenze nel corso del tempo.

Se vuoi tornare ad avere il controllo degli investimenti e della tua vita e prendere decisioni consapevoli, allora inizia a seguirmi!

Per la tua tranquillità.

PRENDI LE MISURE AL TUO CONSULENTE FINANZIARIO

Uno vale l’altro, così sembra funzionare nel nostro Paese!
Anche tu ti affidi all’operatore che è riuscito a coccolarti maggiormente, al più simpatico o a quello che ha la tua stessa fede calcistica?
Le alternative non ti mancano: bancari e dipendenti postali, consulenti finanziari di ogni tipo, private bankers, agenti assicurativi sono le figure professionali pronte a fornirti un aiuto disinteressato (!) per gestire il tuo denaro e il tuo futuro.
O peggio ancora, segui le dritte di un tuo parente che ha fatto fortuna all’estero?
Non offenderti, noi Italiani siamo così quando abbiamo a che fare con i soldi: ignoranti e faciloni, poco critici verso l’intermediario a cui abbiamo dato ampia delega per gestire i nostri risparmi! Risultato? Sottoscriviamo prodotti finanziari che tante volte si rivelano delle trappole mortali per il nostro denaro e che nulla hanno a che fare con gli obiettivi che ci siamo prefissati.
Gestire il presente e dare forma al tuo futuro dipende da te, è una tua precisa responsabilità occuparti dei tuoi soldi, ma se non sei in grado di farlo, ti devi affidare all’esperto!

Impara a chi consegnare le chiavi della tua tranquillità finanziaria
E’ inutile che tu maledica gli avvoltoi che ti stanno a poco a poco consumando i tuoi sudati risparmi.
Già mi sembra di sentirti: “Ma io non ho le competenze per capire se quello che mi hanno proposto in banca si addice al mio profilo e ai miei obiettivi, mi devo per forza fidare!” Hai perfettamente ragione, non puoi trasformarti in Warren Buffet, il famoso investitore americano, ma puoi fare una cosa semplice, per difenderti dai rapaci dello sportello: capire se l’operatore che ti trovi davanti è meritevole della tua fiducia!
Come?

Metti a nudo il tuo consulente con sette semplici domande.

1) Si è presentato adeguatamente? Il tuo consulente finanziario al momento del primo contatto ti deve lasciare spontaneamente un documento sulle principali regole di comportamento e una dichiarazione redatta dal soggetto per cui opera in cui sono riportati i propri dati, tra cui gli estremi di iscrizione all’albo.
Se sei seguito da un operatore bancario, postale o da un assicuratore, chiedi le loro precedenti esperienze lavorative.
Perché? Potrebbe capitarti il bancario che fino a tre mesi fa era allo sportello a disporre bonifici, l’operatore postale a timbrare raccomandate e il tuo assicuratore impegnato a fare sconti per una polizza rca. Ti sembrano operatori preparati?

2) Mi ascolta quando parlo? Il professionista del risparmio deve avere spiccate doti di ascolto, per capire che tipo di persona sei e quale tipologia di investitore sei. Ha compreso le mie esigenze? Ha dato risposta ai miei dubbi? Se l’operatore si mette in cattedra, ti interrompe continuamente, ti spiega il funzionamento dei mercati finanziari, ti ripete sempre le solite frasi fatte, allora fatti venire qualche dubbio. Ricorda: gestire il risparmio ha più a che fare con te stesso che con i mercati finanziari!

medico finanziario prendi le misure al tuo consulente3) E’ più interessato al mio patrimonio o a me come persona? Stai alla larga da chi è interessato al tuo patrimonio e non prende a cuore gli obiettivi che intendi perseguire. È soprattutto nei confronti di chi possiede piccole cifre che un consulente deve essere etico e prestare molta più attenzione.

4) E’ stato chiaro? Se non comprendi le spiegazioni, domanda! Diffida da chi non sa o non vuole spiegare come funziona l’investimento, i rischi e i costi sottostanti. Sii umile e non avere paura di chiedere anche a costo di fare la figura da ignorante. Ti sarà capitato di cambiare auto. Scommetto che non hai avuto difficoltà a tempestare di domande il venditore in merito alle caratteristiche del motore, ai consumi, alle modalità di pagamento, ecc
Quando ti trovi davanti al tuo consulente, immagina di comprare un’auto e inizia a massacrarlo di domande! Se vedi che il tuo interlocutore inizia a spazientirsi o essere in difficoltà nelle spiegazioni, salutalo!

5) Come mai mi mette fretta? Se l’operatore ti incalza con la classica frase “Deve decidere entro breve tempo, perché l’offerta di questo prodotto è limitata”, sei autorizzato a cambiarlo, perché è quasi certo, che sia disperato: il mese sta per finire ed è lontano dal raggiungimento del budget! Pur di raggiungere i budget, le figure “professionali” sono costrette a proporti investimenti del tutto inadatti al tuo profilo: ti ripetono le solite filastrocche riportate nelle campagne commerciali predisposte dai loro vertici.

Ricorda l’equazione: maggiore pressione di vendita = prodotto inadeguato per le tue esigenze.

6) Mi sta offrendo facili guadagni? Quando il consulente ti illustra soluzioni di investimento che ti garantiscono rendimenti strabilianti, fuori mercato o a zero rischi chiamami!
Ricorda il principio universale di qualsiasi investimento: a potenziali alti rendimenti, corrispondono alti rischi! Non esistono investimenti privi di rischio. Lo vuoi capire? Nemmeno il tuo conto corrente!
Fissatelo in testa!

7) Lo sento partecipe della mia vita? Scommetto che l’ultima volta che lo hai incontrato, è quando ti ha fatto sottoscrivere il prodotto del momento. Il consulente ti deve affiancare in ogni momento: devi pretendere di essere assistito attraverso incontri periodici, non solo per verificare l’andamento degli investimenti, ma soprattutto per gestire eventuali imprevisti e cambiamenti che possono capitare durante il ciclo di vita.
Incontra la persona a cui hai delegato la gestione dei tuoi soldi almeno tre volte all’anno. La stessa pretesa la devi avere se chi ti segue è un bancario, un dipendente postale o il tuo assicuratore: fissa sul calendario i tre momenti dell’anno in cui li chiamerai e pretenderai di avere un colloquio approfondito e riservato.

Cosa devi fare subito?

Stampa l’articolo, leggilo e studialo. Portalo con te quando avrai il prossimo appuntamento con il tuo consulente: mentre ti darà dimostrazione della sua bravura nel prevedere l’andamento dei mercati finanziari, ripassa mentalmente le sette domande così potrai verificare se ha compreso la sua responsabilità nei tuoi confronti.
Basta una risposta negativa, per chiamarmi….
Per la tua tranquillità!

p.s se ritieni questo articolo interessante ti prego di condividerlo con i tuoi amici e lasciare il tuo commento


Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I VIDEO di Medico Finanziario